Il 10 marzo è uscito “Migrant”, il secondo disco di Sandro Joyeux
coverart
MIGRANT
Sandro Joyeux è un fenomeno dotato di ubiquità esistenziale ed artistica. La sua vita, le tematiche che affronta e la sua musica sono infatti, allo stesso tempo, tanto contemporanee e figlie di questa epoca, quanto adagiate in una dimensione spazio-temporale universale, astratta, indipendente dalla storia e dalla geografia, semplicemente umana. La sua biografia personale basterebbe da se a chiarire questo concetto: non l’ennesima aspirante rockstar in cerca di identità, ma uno scugnizzo cosmopolita che, a forza di cercare le proprie radici, per la strada diventa la voce di un Mediterraneo popolare, vero, sorridente, sofferto. Le tematiche che Sandro affronta sono quanto mai esplicite: questo disco si intitola Migrant, e nasce dall’esperienza, decisamente singolare, maturata con l’Antischiavitour, una tournée per i braccianti africani che lavorano nell’agricoltura lungo tutta l’Italia che Joyeux ha portato avanti dal 2011. Situazioni, problemi, odissee, speranze e drammi attualissimi, in mesi in cui “migranti” è una parola sulle labbra, la penna e la tastiera di chiunque, ma anche un elemento essenziale della natura dell’essere umano da millenni, senza soluzione ma con spazio infinito per la riflessione. E poi, la musica di Sandro Joyeux: afrocentrica, postmoderna, sincera, tanto al passo con i tempi, quanto fuori da scene, contesti e generi precisi. Un flusso di coscienza fatto di canzoni, che attraversa i continenti per raccontare storie, e si esprime attraverso le suggestioni accumulate durante il viaggio. Sandro Joyeux, nei fatti, è un griot: nei secoli della storia africana, questo termine indica una figura a metà strada tra un menestrello, un cantastorie ed un folk singer errante. Lungo le strade delle sue peregrinazioni, porta con sé un cast di musicisti ed un couscous di sound che è tanto vario quanto coerente con la sua visione dell’umanità e della musica: ci sono musicisti africani, italiani e napoletani, c’è Eugenio Bennato in Ce n’est pass ca, e c’è l’incredibile voce di Dean Bowman in Troisieme monde, solo per citarne alcuni. In definitiva, è forse come se il De Andrè di Creuza de Ma avesse scelto un centro di accoglienza per rifugiati anziché Genova come centro gravitazionale per la propria creatività: Africa, fusione di lingue, linguaggi e idiomi sonori, dall’afro-beat al reggae, ma tutto funzionale a costruire canzoni che raccontano, non sperimentazioni sterili che distraggono.

TRACKLIST
1) In memoriam
2) Olèlè Moliba Makasi
3) Elmando
4) Ce n’est pas ça (feat. Eugenio Bennato)
5) Dette coloniale
6) Troisième monde
7) Kingston 2.0 (feat. Jaka & Michelangelo Buonarroti)

Bonus Tracks
8) Colonial dub
9) Princevibe dub (kingston b-side)

In collaborazione con Mr Few

gal_353_93313Alexandre Joyeux Paganini nasce a Parigi nel 1978, mamma francese e papà italiano. Fin dall’infanzia sviluppa un legame viscerale con la musica. A nove anni entra nel Coro della Radio Nazionale Francese e attraversa la Francia cantando dai gregoriani alla contemporanea. Studia solfeggio e trombone al Conservatorio del IX distretto di Parigi. A sedici anni, trascinato dalla vita di strada, abbandona la scuola e inizia a suonare la chitarra. Diviso tra l’Italia e la Francia è sempre in viaggio, in autostop, in vespa o nascosto nei treni. Conosce a memoria tutte le stazioni di servizio e può contare su una rete di camionisti che non lo lasciano mai a piedi.
Nel ‘98 entra nei King’s Roots, band reggae con cui suona nei locali di Parigi e dintorni. Dopo tre anni la band si scioglie e Sandro si rimette in viaggio. Il Marocco lo segna profondamente: assiste a “trance Gnawa”, impara le prime parole in arabo ma la grande scoperta è l’Africa nera che irrompe con Boubacar Traore. Trovare gli spartiti è impossibile, così Sandro studia ad orecchio il repertorio del cantautore maliano e inizia ad appassionarsi alla musica del West Africa. Nel 2004 si trasferisce a Lille e fonda i 100Dromadaires, band dalle influenze reggae e afro con cui apre i concerti di Omar Sosa e di Seun Kuti & Egypt 80.
Alla fine del 2009 arriva a Roma, dove in poco tempo diventa un piccolo caso, i concerti arrivano uno dopo l’altro. È ospite di Adriano Bono al festival Roma Incontra il Mondo, suona come spalla agli Steel Pulse al Gusto Dopa al Sole, apre il concerto di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti alla finalissima nazionale di Martelive. La sua musica coinvolge musicisti come: Baba Sissoko, Daniele Sepe, Emanuele Brignola, Awa Ly, Pape Kanoute, Madya Diebate, Piero Monterisi, Adriano Bono, Roberto Angelini, Ilaria Graziano, che lo accompagnano spesso dal vivo. Inizia la sua collaborazione con l’etichetta MrFew.
Nel 2011 partecipa come attore/musicista al film Cosimo e Nicole, con il brano “Sur Les rives”, (inserito nella colonna sonora del film prodotta da Sugar Music). È l’anno dell’Antischiavitour, il suo viaggio musicale in giro per le campagne d’Italia a sostegno dei migranti: dalla baraccopoli del Gran Ghetto di Foggia al campo di Rosarno fino a Saluzzo, in provincia di Cuneo.
Nell’Ottobre del 2012 termina la lavorazione del suo primo disco – Sandro Joyeux – prodotto dalla MrFew. Il disco, registrato tra Napoli, Lille e Roma, è un omaggio all’Africa. Partecipano al disco 13 musicisti provenienti da cinque diversi paesi: tra questi Daniele Sepe, Madya Diebaté alla kora, Moussa Traore alle percussioni e la voce di Ilaria Graziano.
A dicembre è voce e chitarra nella band di Toni Esposito per le sei serate napoletane del tour di Pino Daniele “Tutta n’ata storia” esperienza che ripeterà anche il Natale successivo. Colpito dal suo “timbro vocale, dal suo percorso artistico alternativo, e la sua sensibilità” Eugenio Bennato lo vuole come voce solista insieme a Pietra Montecorvino e alla soprano egiziana Fatma Said per la sua opera “L’amore Muove la Luna”, in scena al Teatro San Carlo di Napoli nel Febbraio2013.
Nel 2014 partecipa al festival Suona Francese, incide il brano “Nun me piace” nel disco “Esagerata” di Pietra Montecorvino. In Estate suona ai Festival Musicastrada, Ariano Folk Fest e Forum Universale delle Culture a Napoli.
Sandro Joyeux
 è stato una delle sorprese del concerto del Primo Maggio 2015 a Piazza San Giovanni come testimonia lo speciale andato in onda sul tg1 a cura di Vincenzo MollicaErnesto Assante nel suo blogautore, il live report di Rockol e J-Ax dal suo twitter. Il primo maggio è uscito anche il nuovo video del singolo “Elmando”, attualmente in concorso nei più prestigiosi festival di animazione nel mondo, che gode del patrocinio dell’ Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).
A giugno, per la Giornata Mondiale del Rifugiato, l’artista francese, autentico beniamino dei migranti che attraversano la penisola, è stato protagonista di un tour molto speciale: Il 16 ha tenuto un concerto nel CARA di Castelnuovo di Porto (RM) di fronte a più di 900 migranti, il 19 a Viterbo per lo SPRAR per l’evento Estasiarci, il 20 a Firenze al fianco di artisti come Elisa, Brunori Sas, Bandabardò, Piero Pelù e altri, per il World Refugee Day Live promosso dal UNHCR. Ad Agosto è tornato nei campi a suonare per i migranti africani impegnati nell’agricoltura per il Fuori dal Ghetto Tour promosso da MEDU (medici per i diritti umani). A fine Settembre ha partecipato insieme ad artisti come Carmen Consoli, Nada, Fabrizio Bosso e altri a #Namaskar4Nepal, serata organizzata da Asia onlus allo scopo di raccogliere i fondi per la costruzione di una scuola in Nepal. A novembre partecipa anche alla Global Climate March ai Fori Imperiali a Roma.
Nel 2015 è stato protagonista di un lungo tour di oltre 50 date.
L’11 marzo del 2016 all’Auditorium parco della Musica di Roma presenta il suo nuovo lavoro discografico “Migrant”, che vede la partecipazione di Eugenio Bennato e Dean Bowman. Il progetto nasce dall’esperienza umana e musicale maturata da Sandro in anni di concerti nei ghetti e nei casolari abbandonati nelle campagne d’Italia a sostegno dei migranti che vi lavorano.

 

In uscita l'11 marzo

Sandro Joyeux (2012 MrFew)

DATACITTÀLUOGOINFOPREZZO
16.09Pertosa (SA)Negro Festival, Grotte di Pertosa, Pertosa (SA)
10.07Spilimbergo (Pordenone)Folkest, Viale Barbacane, 17.Tel. + 39 0427 51230 ingresso gratuito
13.05MilanoLa Scighera, Via Candiani 131 da definire
29.04FolignoSupersonic Music Club, via andrea vici, 208 euro
28.04SienaCacio e Pere, Via dei Termini 70da definire
25.04RomaPIGNETO LAGO EX SNIA Giorni di Liberazione, Piazza Nuccitelli Persiani
24.04Vitulazio (CE)
Mr.Rolly's, Piazza Riccardo II
Vitulazio
23.04Portici (NA)Fabric Hostel & Club, via Nastri 1 - via Bellucci Sessa, 22
22.04TeramoTana Libera Tutti, Via Nazario Sauro 52
21.04PescaraBukowski Lungo Bar, Via dei Bastioni
8.04REnde (CS) B-side, Via Fratelli Bandiera 89da definire
7.04PalermoI Candelai, Via Dei candelai 25 7 euro
2.04GenovaTeatro Bloser, Piazza Marsala, 8/r10 euro
1.04TorinoOfficine Corsare, via Giorgio Pallavicino 35da definire
31.03FirenzeCombo Club, via Mannelli 2Gratis
26.03MontreuilLa Parole Errante, 9, rue François Debergue 10 euro
12.03NapoliMoses Club, via Francesco Petagna 155 euro
11.03RomaAuditorium Parco della Musica, Viale Pietro de Coubertin, 3013 euro
IMG-20160615-WA000
ansa
12932743_787299644738261_3837322348273832576_n
dovequandoabruzzo
Bio Sandro Joyeux 2016
010
PRESSKIT Sandro Joyeux
003
MrFew_Sandro-Joyeux_Migrant
coverart
006
001

2015

DATA CITTÀ LUOGO INFO                              
5 giugno Pisa Arno Vivo
6 giugno Imola (BO) Imola in Musica
11 giugno Napoli Parco dei Camaldoli
12 giugno Brindisi Barcollo
14 giugno Legnano (MI) Rassegna StranItalia
16 giugno Castelnuovo di Porto (RM) CARA
19 giugno Viterbo Giornata Mondiale del Rifugiato
20 giugno Firenze Ippodromo del Visarno
21 giugno Comerio (VA) Microcosmi Festival
25 giugno Le murate Caffè letterario
28 giugno San Daniele del Friuli (UD) Festival Collisioni
1 luglio Marina di Ravenna (RA) Rassegna “A cena con qualcuno” – bagno Waimea
2 luglio Bologna Rassegna Kilowatt Summer – Le serre dei giardini
3 luglio Pastorano (CE) Festival Antichi Sapori
4 luglio Sarno (SA) La villa
5 luglio Campagna (SA) Rassegna “Sol Palco”
12 luglio Bordighera (IM) VII Rassegna Touscouleurs
24 luglio Roma Festival Eutropia
25 luglio Lago Trasimeno (PG) Isola Maggiore -
31 luglio Ortigia (SR) Ortigia Sound Festival
2 agosto Pizzo Calabro (CS) Coppa della Pace
3 agosto Isola Capo Rizzuto (KR) Camping Sovereto
4 agosto Curinga (CZ) Festa della cultura e dell’ambiente
7 agosto Castellamare di Stabia (NA) Faito Doc Festival
19 agosto Orvieto Umbria Folk Fest
20 agosto Concerto nel Carcere di Orvieto Nell'ambito di Umbria Folk Fest
22 agosto Gran Ghetto - Rignano (FG) Fuori dal Ghetto Tour
23 agosto Piazza Orazio - Venosa (PZ) Fuori dal Ghetto Tour
24 agosto Boreano (PZ) Fuori dal Ghetto Tour
25 agosto Borgo Mezzanone (FG) Fuori dal Ghetto Tour
28 agosto Isca sullo Ionio (CZ) L'albero di canto festival
29 agosto Lanuvio (RM) Castelli in Africa
5 settembre Palma Campania (SA) Ecosuoni 2015
6 settembre Cittanova (RC) Tradizionandu Festival
13 settembre Acquaviva (SI) Live Rock Festival 2015
24 settembre Roma Namaskar 4 Nepal - Eutropia Festival 2015
27 settembre Napoli YallaFest!
10 ottobre Napoli Cellar Theory
23 ottobre Roma Per Emergency - Alice nelle città - Festival del Cinema di Roma
7 novembre Roma Angelo Mai

your-site
youtube
face
© Copyright 2017 Ph.D. Music Management di Tiziana Sconocchia